domenica 10 giugno 2012

La Disney aveva capito tutto .


Una delle mie coinquiline (Greta per la precisione, colei che mi ha prestato il suo intero guardaroba quando siamo state catapultate fuori dai nostri letti alle 4:30 di notte causa terremoto) ha riempito il nostro bagno di vecchi Topolino. Gioia per me. Adoro Topolino, lo leggo da... da sempre. Da quando ho memoria ricordo un Topolino nelle mie mani e fino a quattordici anni circa lo compravo tutte le settimane. Infatti, abbiamo la cantina stracolma di vecchissimi Topolino e molti sono ancora sparsi per la casa. Peccato che adesso hanno eliminato l'oroscopo, uno dei migliori secondo la mia lunga esperienza
Qualche tempo fa mi è capitato tra le mani un numero particolarmente vecchio, datato '88 se non sbaglio, dove c'è un vero editoriale di moda. Gente, non so se mi spiego, un EDITORIALE DI MODA BY TOPOLINO. Anni Ottanti tra l'altro, quindi all'apice del kitsch e del fenomeno Cindy Lauper. Il servizio si chiama "Ballando Ballando" (ma che tenero) e mostra le varie tendenze stilistiche dei giovani italiani, inclusi i DO e i DON'T per essere un TIPO OK (sempre più tenero). 
(notare la pubblicità della Barbie con tanto di cavallo e look Ladylike. Da bambina sarei impazzita per una cosa del genere. Anche adesso, devo ammettere)
Ragazzi Giusti che ballano per le strade in look black and white e con stereo in bella mostra sulla spalla. Ma perché non esitono più simili situazioni? Oggi al massimo possono ascoltare, anzi mi tocca sopportare la musica tamarra che pompa a tutto volume dai cellulare di ragazzi altrettanto tamarri sul treno. Cristo, ma esistono le cuffie apposta! Perché dovete costringere un intero vagone ad ascoltare la vostra musica di merda?! Già, mai una volta che capitasse qualcuno con gusti musicali decenti. 

Gran posa plastica del maschione trendy. 

Da notare i pantaloni da ciclista in colori fluo abbinati al cappello. Degno di nota il look del maschio: camicia stampa foulard vagamente indianeggiate + ciclisti. Traduzione: checche isteriche che vi ostinate a fare LE fashioniste della situazione non avete inventato nulla! Topolino aveva colto i trend dell'omosessualità giovale molto prima che voi nasceste!
Sulla bandana di lui invece non mi pronuncio.

Altri outfit gay per lui a sinistra (mentre fa il marpione con la tipa) e scatti da coppietta felice sull'aiuola a destra. Anche qui, non mi fate commentare il cappello dell'ometto. E nemmeno la "cosa indefinita" sulla testa della donzella. 
Ovviamente Topolino non poteva limitarsi ad un banale editoriale di moda, ma ha aggiunto un simpatico test e alcune dritte per essere ok per la disco, includendo anche consigli per fil after.
Uffa io rientro in buona parte nei Giù, però non dico parolacce e non sono una paninara!! Ah fataloni: siete ridicoli, parola di Topolino.

E poi il test "dimmi come ti vesti ti dirò chi sei".

Dopo aver scoperto questo servizio di moda su Topolino, adesso mi spiego e giustifico l'abominevole remake della Disney della celebre (e ormai inflazionata, ahimè) copertina di Unknown Pleasure dei Joy Division, ovvero:
La Disney non voleva sfruttare un'icona visiva della musica per accalappiarsi i dark indie, non voleva associare il defunto Ian Curtis a Topolino solo per allargare il proprio raggio d'azione ad un target post-adolescenziele, non voleva approfittare delle recenti dinamiche di mercato che sbattono band di nicchia sugli scaffali di H&M e di Zara. No gente, no. Malpensanti che non siete altro! Il fatto è che la Disney ha la moda nel sangue, è una passione che gli pulsa irrefrenabile nelle vene. La Disney ha sempre messo la moda al primo posto. Basta pensare a come veste le varie Hannah Montana di turno. Dunque, non puntiamo il dito contro quella t-shirt che ha fatto tanto indignare i fan dei Joy Division (me inclusa), era solo una manifestazione spassionata del suo amore verso le tendenze stilistiche di noi giovani, perché tiene  a noi e ai nostri interessi. 
Il discorso non fa una piega.


Parentesi: oggi è il mio ultimo giorno a Bologna! Gran tristezza, voglio piangere. Tornerò il 21 per un esame e forse il 25 per un altro, ma comunque sia questo è il mio ultimo giorno a Bologna della stagione universitaria. Non ho proprio voglia di partire, vorrei restare ancora qui, ma purtroppo il lavoro chiama, la famiglia chiama. Già, ho una nipotina di tre anni da crescere e a cui insegnare i segreti della moda! Son mesi che non la vedo, non vorrei che nel mentre fosse diventata freakettona o, peggio, abbia iniziato ad abbinare il nero al blu. Sia mai! 
Devo dire che è stato un ottimo ultimo weekend bolognese: venerdì gran festa in casa, che è stata un successone, sabato shopping in Montagnola con coinquilina e ben due camicie (una da 1 euro e l'altra, in seta, a 3 euro) acquistate; poi serata in Piazza Verdi, dove erano ancora molto evidenti i vari avanzi del Gay Pride del pomeriggio, e per concludere serata trash pro-gay al centro sociale Atlantide. E come se non bastasse un buon risveglio + colazione in compagnia. Non mi sono fatta mancare niente in questi tre giorni. Sono proprio contenta e soddisfatta. 
(e ho anche dato un esame giovedì e consegnato una tesina entro la data stabilita, mica poco).

Grazie mie adorate coinquiline (che avete sopportato i miei sbalzi d'umore del w.e.).
Grazie amici e amici di amici per il summer party di venerdì perfettamente riuscito.
Grazie donna di Montagnola per lo sconto di 5 euro su quella camicia in seta.
Grazie Luca per la tua presenza virtuale e per gli ottimi consigli (come sempre).
Grazie mamma per rallegrarmi le giornate con i tuoi messaggi su Whatsapp pieni di emoticon.
Grazie Ramona e Achille per la serata geniale di ieri: ridere a caso, portare sfiga, essere mai discreti e (non) ballare musica trash (auuuh).
Grazie a Te per le conversazioni telefoniche notturne e per il piacevolissimo saluto prima della mia partenza.
Piango.

Ciao Bologna, ci vediamo a Settembre. 
Fiorentini al mare sto arrivando! 


C.

2 commenti:

  1. Post interessantissimo ;) brava !! Siamo rimaste colpite da quanto hai trovato sul topolino Dell ' 88 ! Assurdo ;) e poi , buon viaggio e un saluto alla tua Bologna ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!
      Topolino non delude mai! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...