giovedì 26 maggio 2016

Perché il "Chiodo Giallo di Zara" è diventato virale.



Tutti i libri che ho letto di astrologia concordano nel dire che il segno Capricorno – cioè il mio – ha una dote innata per l'analisi e la razionalizzazione, una capacità naturale di sezionare gli eventi e di presentarli da più punti di vista, con un occhio critico raffinato e bla bla bla… 

Effettivamente sì, è vero. Cioè, non so se sia vero o se mi sono convinta del fatto che sia così, però voglio crederci. Voglio crederci al punto che oggi, solo per voi, voglio cimentarmi in un'analisi socio-fenomenologica di un evento di costume che sta contagiando un'ampia fascia di popolazione, includendo il tanto-amato-da-StudioAperto popolo del Web.

E così, a metà strada tra un opinionista de L'arena di Giletti e un articolo di Vice, ecco la mia analisi sul come, e forse perché, il "Chiodo Giallo di Zara" è diventato virale.



Premetto che non ho nulla contro questo Chiodo Giallo di Zara, anzi penso non sia così male e molto meglio di altri mille trend di merda che abbiamo subito in passato. La mia vuole solo essere un'analisi lucida e oggettiva su questo fenomeno virale che sta spopolando tra noi.


Non so quanto tempo fa Zara ha messo in vendita un chiodo... anzi no, come dice la descrizione sul sito, un GIUBBOTTO SIMILPELLE SINTETICA, con cerniera d'ordinanza, in due colori primaverili e alla modica cifra di euro 49,95. 

Ammetto di essermi accorta della sua esistenza con un po' di ritardo, vedendolo la prima volta qualche mese (?) fa e pensando Ah carino, dai! senza sapere cosa il destino avesse in serbo per questo apparentemente innocuo capo d'abbigliamento.

La giacca in questione è diventata un must-have tra le clienti affezionate di Zara e non, un po' come al secolo lo furono fil Origami Shorts – do you remember? Insomma, uno dei tanti capi di Zara che, per caso o per volontà, è diventato l'indumento più #hot #amaaazing #wantit del momento.

Ok, fino a qui tutto regolare. La storia però ha preso una svolta LOL quando il capo in questione è diventato una vera ossessione per le fashion victims munite di smartphone e connessione wifi. Il Chiodo Giallo di Zara ha superato quella sottile linea rossa tra "figo" e "ce l'hanno tutti", e anche quella del "ce l'hanno in troppe". E cosa ci insegna l'Internet quando un fenomeno diventa troppo ampio e inflazionato? Che la perculata è proprio dietro l'angolo di casa. 

E infatti ecco che il famigerato popolo dell'Internet si è dato alla pazza gioia con memes, tweets e perfino pagine create ad hoc per lollare il Chiodo Giallo di Zara e le sue innocenti acquirenti. Ma andiamo a vedere alcuni casi specifici che possono aiutarci a comprendere il fenomeno.

Proprio ieri un profilo Tumblr che "omaggia" il Chiodo Giallo di Zara ha iniziato a rimbalzare da un social all'altro, da un contatto all'altro , diventando in pochissimo tempo il Top LOL della giornata. La raison d'être del profilo Tumblr in questione è ben esplicata fin dal suo nome, ovvero Tipe col Chiodo Giallo di Zara: si tratta infatti di una raccolta di immagini di tipe a caso che indossano il famoso chiodo, accompagnate da accurate descrizioni didascaliche.  



Ma visto che non c'è mai fine al LOL, un mio amico, che ringrazio, mi ha segnalato l'esistenza di un profilo Instagram che porta avanti lo stesso valoroso intento. Si chiama YellowJacketOfficial e raccoglie solo immagini e video – non ho capito se seriamente o a presa di culo – del Chiodo Giallo di Zara. 






Il mio inarrestabile spirito d'osservazione mi fa subito notare che, a differenza del Tumblr (italiano), il profilo Instagram qua sopra sembra far riferimento a un bacino di utenza spagnolo. Da qui, le mie capacità deduttive e analitiche mi fanno concludere che:
– Gli spagnoli confermano ancora una volta di vestirsi di merda;– Il fenomeno Chiodo Giallo di Zara è un po' sfuggito di mano agli spagnoli;

E sorgono delle lecite domande:
– Siamo simili agli spagnoli in fatto di moda?– Faremo la fine degli spagnoli con questo Chiodo Giallo di Zara?– Dovremmo vergognarci?


Anche su Twitter, specchio fedele delle riflessioni più genuine sugli argomenti più hot del momento, gli utenti hanno espresso la loro opinione sulla spinosa questione Il Chiodo Giallo di Zara.






I pareri sembrano tutti più o meno concordare su alcuni punti chiave della questione: 1) Il Chiodo Giallo di Zara fa cagare e 2) ha rotto i coglioni.


Ma perché tanto astio verso questo capo d'abbigliamento?

Visto che il Buon Dio mi ha dato il dono della sintesi – ma non l'altezza, grazie tante –, proverò a tracciare i fattori principali che, secondo me, hanno reso Il Chiodo Giallo di Zara il capo prima più odiato e poi più lollato del momento.

Il Colore. Ok, il giallo senape è un colore perfetto per questa stagione, ma, ammettiamolo, non è proprio il più simpatico. E, come se non bastasse, spicca tra la folla rendendo le possibili perculate molto più frequenti. Insomma, è più facile sfottere una tipa che indossa il giallo che una che è vestita di nero. E poi il giallo è uno di quei colori che, secondo me, è sintomo di "superiorità" nella moda, cioè spesso sembra indossato per voler dimostrare di essere "amazing", "all'avanguardia nello stile", oppure una "fashion blogger" o "una che gioca con il suo guardaroba" eccetera… tutte quelle stronzate da Glamour, per capirci.

Attitudine. Non si sa come, ma Il Chiodo Giallo di Zara è indossato prevalentemente da #cesse [vedi definizione qui by Sarinski]

Attenzione: non voglio dire che tutte quelle che lo indossano lo siano, no, però una buona parte lo è. Cosa comporta il fatto che questo capo sia molto amato dalle #cesse? Semplice: è diventato una #robadacessa. In automatico, quindi, è diventato un indumento che fa cagare e che va assolutamente denigrato per rafforzare il nostro essere non-cessa – per favore cogliete il linguaggio semiotico, grazie – e la nostra appartenenza al gruppo "giusto" in contrapposizione agli "altri", in questo caso le #cesse.

Nota: le #cesse sono solite scrivere da cesse e parlare da cesse. Infatti, come si può chiaramente vedere dalle foto Instagram sotto l'hashtag #chiodogiallo #chiodogiallozara e così via, le loro descrizioni sono alquanto imbarazzanti o, semplicemente, da cessa, che in base a una qualche proprietà matematica di sto cazzo rende automaticamente Il Chiodo Giallo di Zara ancora più da cessa e più LOL.

La Quantità. Si sa, nella moda il troppo stufa presto e se una cosa è indossata da pochi è #cool, se la indossano in cento è #amaaazing, ma se la indossano in 10.000 (e magari #cesse) è assolutamente #no. E se una cosa è #no il passo dall'indifferenza, all'odio e, infine, alla presa per il culo è moooolto breve.


Possiamo concludere che il fenomeno Il Chiodo Giallo di Zara è diventato virale a causa di questa concomitanza di fattori unita, forse, alla mancanza di foto interessanti di Kim Kardashian di cui parlare. Come se non bastasse, il popolo delle #ChiodoGiallodiZarers stanno reagendo al giga-LOL del momento, sfoggiando con maggiore fierezza e potenza il loro acquisto. Le due fazioni, quindi, sono ormai nette e sempre più in competizione: chi vuole vedere bruciare questo Chiodo Giallo di Zara e chi, al contrario, lo ha esaltato a simbolo reazionario-stilistico di una qualche categoria socio-estetica random che si ispira forse a Uomini&Donne. In entrambi i casi l'importante è estremizzare. 


Ovviamente il gioco è bello finché dura poco, ma spero che il Tumblr Tipe col Chiodo Giallo di Zara abbia lunga vita e molti updates.


Cecilia

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...